Sonate in Bu Minore per Quattrocento Scimmiette Urlanti

by LAGHETTO

supported by
/
  • Sonate in Bu Minore per 400 Scimmiette Urlanti

    Ristampa Limited edition 10 copie

    Includes unlimited streaming of Sonate in Bu Minore per Quattrocento Scimmiette Urlanti via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Sold Out

1.
PROUD OF MY PAPPAGORGIA Colpisci di più - domani ritorno su. Colpisci di più - domani mi tiro su Su… Su… ritorno su… Ho ingoiato capelli e ghiaia da giardino frammista a gomma americana, Ne avrei anche avuto abbastanza… Ho ingoiato ciò che il diametro della laringe non consente affatto (un turbine di macerie, ossessioni e solitudini) Ho un crampo al cervello Ma non sarò vittima della verità, vittima di un sistema di credenze relativo. Se hai dei dubbi nega tutte le possibilità. E lo dovresti sapere che non c'è nessuna connessione fra il Buono e il Popolare. Il vizio è distinto dalla virtù ma non per questo è peggiore, si tratta esclusivamente di un sistema di valore Io non sarò vittima della verità E quando hai dei dubbi nega tutte le possibilità E quando devi scegliere nega tutte le possibilità E quando hai dei dubbi nega tutto E quando devi scegliere nega tutte le possibilità Che cosa ci distingue? Che cosa ci distingue?
2.
Uomo Pera 02:01
UOMO PERA 2.0 Un nuovo inno generazionale permette sovrainterpretazioni multilivello o solo la ricerca di un manicheismo radicale E' necessario un antagonista, anche arbitrario, per ritrovare la propria identità Per sapere cosa si è bisogna aver chiaro cosa non si è Questa canzone si chiama: uomo pera Uomo pera merda Uomo pera merda Uomo palla yeah Uomo uva yeah Terribile Norton merda Uomo puma: yeah Bertallot merda Steve Frank Eeeeeehehhhh Ho scelto un nemico a caso stasera, seguendo un criterio che, prima di adesso, forse a pensarci bene in effetti non c'era Rifletto sugli altri il disgusto di me; mi serve a schierarmi, invoco lo scontro. Ho scelto un nemico a caso stasera, come il bimbo karate metto e tolgo la cera Uomo pera merda Dottor Pira yeah Con la pipa merda Con la cresta yeah Uomo palla yeah Uomo uva yeah Uomo pera merda Uomo pera merda
3.
REQUIEM FOR CB "Cantava... prevedeva... ricordava... ha parlato... ha arrossito ... ha sbadigliato ... ORRIDO! ORRIDO! ORRIDO! Ho forse ancora vent’anni trent’anni da campare e poi verrà il mio turno com’è venuto per gli altri... tutto! Che sventura non esserci più! Si, voglio andarmene via domani e informarmi per tutto il mondo dei più adamantini processi d'imbalsamazione! Ah, tutto è bene quel che non finisce mai!...Come m'annoio, superiormente! E allora, che aspetto qui, la morte? Io morire?!...Si, d'accordo, si muore...ma non esserci più...Parole, parole, parole! Ma che cosa mi ci vuole se tutto mi sta stretto.. Basta! Quando ho fame, ho fame, quando ho sete, ho sete, quando ho voglia, ho voglia! E allora se l'idea della morte m'è così lontana, vuol dire che la vita mi ha in balia, vuol dire che la vita mi reclama, e allora: vita mia, a noi due! "Non è comunque la morte a farci orrore Ché dai vagiti asmatici ai rantoli del coma alla putrefazione della carne tutto è una smorfia atroce della vita" "M'ha scordato per sempre, la mia incomprensione"
4.
L'ODORE DEI POMERIGGI (quando li butti via) Realizzando di essere uno spregevole personaggio Si tende a spararsi in bocca ma non se ne ha il coraggio Vivendo da anni di scarti e di storie che racconta il soffitto Mentre la pressione del sangue ha il jet lag di tokio Ah! E sentirsi lentamente comburere Nello scontro fra l'inerzia e l'entropia Percependo quell'odore che hanno I pomeriggi quando li butti via Nonostante io continui a comburere Non riesco mai a capire cosa sia Questo immobilismo che muove il mondo Nei pomeriggi quando li butti via La vita senza il ricordo non esiste se non la puoi raccontare È come bere l'acqua della mozzarella senza mangiare Tuttavia non si può parlare delle cose Prima di essersene distaccati A due anni camminavo,a quattro ne capii l'inutilità A otto anni mi pensionai -soppesa lo sforzo / tentando l'impresa ne valuti i costi / poi scegli la resa - Ah! E sentirsi lentamente comburere Se l'azione si trasmuta in utopia È la paralisi di fronte alle scelte Nei pomeriggi quando li butti via Se potessi solo auto-comburere Riscaldando totalmente casa mia Percependo inoltre un salario annuo Potrei forse sfiorare l'autarchia E se tutto questo auto-comburere Fosse fonte alternativa di energia Glielo metterei nel culo al petrolio E fonderei una nuova economia E sentirsi lentamente comburere (E se il verbo è questo non è colpa mia) Percependo quell'odore che hanno I pomeriggi quando li butti via
5.
Devoured by Vermin, Chesspool of vermin.
6.
Ninja Core 05:06
NINJA CORE Ecco il nuovo eroe moderno (quello vero) con stellette e Nunciacò sfreccia nella notte Ninja-core, Ninja go! Sembra -tipo- l'uomo ragno (quello nero) ma è invisibile però taglia il tuo avversario Ninja-core, Ninja go! La morte è vestita di nero- si batte contro l'esteriorità Dal classico ovale epicantico, ecco il diabolico guerriero dell'oscurità (uatà) La morte è vestito da mimo per ragioni spicciole di mimetismo Lo sai il proverbio che dice: "fattelo spigne da Ciruzzo O' Ninja" Ho letto su Cronaca Vera di nuove forme armate di resistenza, guidate da un'esercito di eroi in calzamaglia nera, tuttavia non si tratta dei Black Block Ho letto su Cronaca Vera che l'uomo non discende da scimmie antropomorfe, ma discende dalla pantera nera da cui discende l'ombra portatrice di morte… Ma sono percezioni distorte del mondo che a volte possono dare un senso alla mia esistenza votata al sovvertimento; la sorte di questo impero è segnata. Come un ninja fai le scale (pentatoniche) Oh tigre dalla testa di ninja... Io ti invoco, tu e la tua ridda di guerrieri in calzamaglia. Arma la mia mano, falla artiglio silente per divellere e affogare nel sangue il Terribile Norton. Ecco il nuovo eroe moderno (quello vero) con stellette e Nunciacò sfreccia nella notte Ninja-core, Ninja go! Nunciacò, Ninja go!
7.
ARMAGEDDON IN CASA LAPENTA Bello di nonna
8.
SS NAPOLI FOOTBALL PLAYERS 1982-1989 Soiuonnagedappiugganasei ensiuocchiusmai..... boh Rud Krol, Bruscolotti, (DeNapoli), Caffarelli (Ferrara), Criscimanni (Dirceu), Carannante, Celestini, Pecci, Bagni, Corradini, Castellini, Paolo Fiume, Incocciati, (Ferrara) Volpecina, (Luca Fusi) RamonAngel Diaz, Filippo Citterio, (Ciro Muro) Tebaldo Bigliardi, Penzo, Palanca, DanielBertoni, Luciano Sola. Corrado Ferlaino. Moreno Ferrario, (Carnevale), Romano, Alemao, (Garella) Giordano, Renica (Massimo Crippa), Careca, Ciro Muro. Diego Armando Maradona. Goal.
9.
GIOELE STAI ATTENTO sciabaduai sciabaduai.
10.
LA MANO SENZA DITA Ho infilato le unghie nel pongo Ho mimato la chitarra con la riga E in un momento di bile nera ho mangiato caramelle mou Ho barato al cubo di Rubrick, ho minacciato la tv di morte E in un momento di bile nera ho camminato per strade conosciute La ragione ha torto (ho contattato un vecchio amico, ho salutato un nuovo amico) La ragione aveva torto marcio (cammino inclinato) Quando ho capito di non poter essere protagonista Ho deciso di fare il narratore, almeno quello ama la sintesi Ma è un narratore che dubita della veridicità del proprio racconto Se la creazione non mi si dà se non per amore di qualcuno che non è me stesso E poi fanciulle innamorate si uccideranno sulla mia tomba vuota E in un momento di bile nera ho disegnato il sole che suda E in un momento di bile nera ho disegnato il sole che suda Quando ho scelto un nuovo personaggio io l'idea l'ho copiata E' tozza e regredita… E' la mano senza dita E in un momento di bile nera ho disegnato la mano senza dita

credits

released September 15, 2003

license

tags

LAGHETTO recommends:

If you like LAGHETTO, you may also like: